lorenzolaffi.it logo
« < >

ISTANBUL 04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.

J.Ruskin pensiero:
La bellezza in architettura è costituita dalla sua casualità.
Ciò che è pittoresco non può essere conservato, ritardarne l'oblio è doveroso.
La bellezza non risiede nella conservazione, ma nella sua rovina.

Istanbul, 2014.
Otto giorni.
Partendo da Orhan Pamuk.
Passando per le immagini senza tempo di Ara Guller.
Attraversando l'ultimo secolo e mezzo di Istanbul.
L'attenzione fluisce verso immagini lontane della Istanbul occidentalizzata e turistica dalla silhouette romantica.
Il vecchio e il nuovo congiungono in una trama di degrado.
La percezione di un popolo smarrito, non limitata dalla retorica che lo vede da sempre tra i "due mondi".
Il senso di non appartenenza al luogo e la tristezza, gli stambulioti l'hanno fatta propria, con orgoglio.
La sola dimostrazione di ciò che rimane del loro glorioso passato.
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
10 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
11 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
12 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
13 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
14 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
15 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
16 / 17 enlarge slideshow
ISTANBUL  04/2014 - Orhan Pamuk, Ara Guller, John Ruskin.
17 / 17 enlarge slideshow
Share
Link
https://www.lorenzolaffi.it/istanbul_04_2014_orhan_pamuk_ara_guller_john_ruskin-r5168
CLOSE
loading